lunedì 28 agosto 2017

Recensione: Fallen Heir di Erin Watt

Etichette: , , , , , ,

Ink Magic English 


Buongiorno e buon lunedì Inkers, come state? Qui tutto bene, il weekend è passato, una nuova settimana inizia e ho finito di leggere "La mappa che mi porta a te" (che vi recensirò domani); ma io sono già proiettata a venerdì perché andrò via per il weekend.
Penso che il weekend che deve arrivare sia il più importante di tutta l'estate perché finalmente, dopo un anno, tornerò tra le mie amate montagne, caldo o freddo che sia, nella mia roulottina, nel luogo che più riconosco come casa.
Voi avete un luogo così? Un posto dove ogni volta che ne varcate la soglia è come se l'aria stessa vi abbracciasse?
Vabbè, mi sto dilungando troppo in ciance e la settimana che ci aspetta è fittissima di impegni e post che ci aspettano, quindi direi di cominciare! Esce oggi, oltreoceano, "Fallen Heir", primo libro della dilogia dedicata a Easton Royal, sequel della trilogia di Paper Princess, di Erin Watt! Pronti a scoprire cosa ne penso?


FALLEN HEIR
Erin Watt

⭐⭐⭐⭐

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo 13,23€ | Ebook 4,22€
Pagine: 292
Serie: The Royals #4 di 5
Genere: New Adult, Romance

Trama: Easton Royal ha tutto: bellezza, denaro, intelligenza. Lo scopo della sua vita è divertirsi quanto più possibile. Non pensa mai alle conseguenze delle sue azioni perché non ne ha bisogno. Finché non fa la sua comparsa Hartley Wright, mandando all'aria la sua vita di frivolezze. Lei è l'unica ragazza che gli resiste, pur essendo attratta da lui. Easton non riesce a inquadrarla e questo non fa che renderla ancora più irresistibile.
Ma Hartley non lo vuole. Secondo lei, Easton deve crescere.
E potrebbe aver ragione.
Rivali. Regole. Rimpianti. Per la prima volta nella sua vita, portare la corona dei Royal, per Easton, non sarà abbastanza. Presto imparerà che più sali in alto, più sarà dura la caduta.

Attenzione: finale con cliffhanger. La storia si concluderà in "Cracked Kingdom" che uscirà a Gennaio 2018.


Ci sono storie che si aprono e si chiudono con gli stessi personaggi. E poi ci sono storie in cui i personaggi secondari continuano a bussare alla mente del lettore, desiderosi di raccontarsi a loro volta perché la storia in cui hanno fatto solo da comparsa non era abbastanza.
E questo è il casto di Easton Royal, fratello di mezzo tra i protagonisti della trilogia di Paper Princess (qui la recensione del primo, qua invece quella del secondo).

Easton come protagonista è tutta un'altra musica rispetto a Reed. Fin dalle prime pagine la sua complessità è evidente. La sua psicologia, i suoi problemi, il suo modo di vedere le cose, lo rendono molto più realistico di qualunque personaggio incontrato fino ad ora in questa serie.
Easton è talmente intelligente da essere annoiato. Così insicuro di se stesso da aver bisogno di qualcuno che gli confermi costantemente il suo essere capace. Il suo non essere inutile.

“Mi sento come se mi stessi aprendo di forza il petto per lasciarle vedere dentro di me. Non è una bella vista, ma non voglio lasciarla andare.”

Easton non è il principe azzurro, ma se i Royal sono reali, allora credo che il titolo di Principe Spezzato si addica di più a lui che non a Reed, perché "broken" è esattamente la prima parola che userei per descrivere Easton.
Easton che una ne pensa e cento ne fa.
Easton che combina guai anche - e soprattutto - quando cerca di fare del bene.
Easton che vede la luce in fondo al tunnel grazie ad Hartley e che la vede spegnersi nel momento in cui la delude.

Ecco, parliamo di Hartley. Come controparte femminile mi è piaciuta abbastanza. È molto simile a Ella, ma al contempo non potrebbe essere più diversa. Sì, è una protagonista forte quando si tratta di perseguire la sua strada, ma non mi ha convinta al 100% perché l'ho trovata fiacca nel momento in cui si è trattato di avere l'occasione di prendere in mano la situazione.
Anche il modo in cui si comporta con East non mi è granché piaciuto. Okay, lui non è uno stinco di santo, ma anche lei ci mette del suo a complicare le situazioni.
Invece mi è piaciuta molto la "villain" di turno che mi ha ricordato Blair Waldorf di Gossip Girl. Ha un certo fascino e quell'abilità di distruggerti in un attimo.

"Stare con lei mi fa sentir bene. Lei è divertente, non mi prende sul serio, e... mi fa sentire come se avesse bisogno di me.
Nessuno ha mai avuto bisogno di me. Ella aveva bisogno di Reed. La mamma aveva bisogno delle pillole e dell'alcol. I gemelli si compensano l'un l'altro.
Hartley è sola. E c'è qualcosa nella sua solitudine che tocca un tasto dolente dentro di me."

Anche qua, come già preannuncia la trama, non poteva mancare il cliffhanger da infarto. Se credevate che Paper Princer e Paper Prince vi avessero lasciato a bocca aperta, con questo vi servirà un aiuto per chiudere la bocca da tanto vi resterà spalancata per la sorpresa.
Beh, per la verità io lo sospettavo, ma è stato comunque un fulmine a ciel sereno.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Non temete lettori, non dovrete aspettare molto - credo - per leggere di Easton anche in italiano.
Sulla pagina Facebook di Paper Princess Italia, infatti, è stato confermato che Fallen Heir arriverà anche in Italia.
Della recensione che ne pensate? Vi ispira il libro?
So che non vi ho ancora pubblicato la recensione di Paper Palace, ma arriverà più avanti in occasione del blogtour che ho organizzato!


2 commenti:

  1. NON.VEDO.L'ORA.DI.LEGGERLO.

    Easton è il mio preferito e purtroppo a causa dello studio ho dovuto rinunciare alla copia ARC (piango) però ho già in programma di prendere il cartaceo il mese prossimo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io non vedo l'ora che tu lo legga perché ho bisogno di sclerare con te xD

      Elimina