lunedì 6 novembre 2017

Book Tag | The Book Blogger Test

Etichette: ,

 Book Tag 


Buongiorno Inkers e buon inizio settimana, come state? Per me si preannuncia una giornata sfibrante perché devo partecipare ad una riunione non prevista e la cosa mi scombussola i piani.

Dato che è un po' di tempo che non ne faccio - e dato che non posso portarvi sempre e solo recensioni di libri che leggo in inglese - ho deciso di recuperare un vecchio book tag dalla pila così da conoscerci meglio tra voi che leggete e io che scrivo.


Tre cose che odi di un libro

La cosa che odio di più in assoluto, di qualunque genere sia il libro, è il mancato epilogo. Ci sono volte in cui lasciare spazio all'immaginazione ha un suo perché, ma - senza prenderci in giro - la maggior parte delle volte è solo una brutta abitudine dell'autore. Ogni singola volta che incappo in un libro del genere, ho la sensazione che l'autore non sapesse che strada far prendere ai suoi personaggi e che venga usata la scusa (sì, la scusa) del "siete liberi di immaginare" per non prendersi la responsabilità di compiere quella determinata scelta.
In secondo luogo c'è la prevedibilità. Leggo romance - un sacco di romance, a volte troppo - e sono più che abituata ai cliché. Non mi aspetto una storia innovativa ogni volta che leggo un libro, ma la prevedibilità è un'altra cosa. Sapere già come andrà a finire senza nemmeno un briciolo di tentativo di distinzione mi urta profondamente.
Ultimo, ma non ultimo, non sopporto i protagonisti zerbino. E ho detto tutto. Che sia romance, fantasy, distopico, storico... quello che vi pare: se uno dei due protagonisti è creta nelle mani dell'altro cominciano a fumarmi le orecchie.

Descrivi il posto ideale in cui leggere

Un posto vale l'altro, davvero. Non resto mai nella stessa posizione più di cinque minuti e riesco a leggere praticamente ovunque. Ma, se proprio devo scegliere, direi che all'ombra di un albero su in montagna sarebbe perfetto.

Tre confessioni libresche

1) Nei libri cartacei leggo le ultime righe del romanzo. È più forte di me e mi serve a iniziare nel modo giusto la lettura.
2) Sono maniacale nell'ordinare i file nel Kobo. Devono essere in ordine per cognome dell'autore e, se si tratta di una serie, prima del titolo deve esserci il nome della serie e il numero del volume.
3) Se un libro non mi piace non lo finisco e non mi sento in colpa ad abbandonarlo perché nel frattempo ho maturato un'ampia dose di frustrazione e rabbia verso me stessa per aver perso tempo a leggere qualcosa che non mi piace.

Quando hai pianto l'ultima volta per un libro?

Ogni volta che prendo in mano Shadowhunters La Principessa o Harry Potter e il Principe Mezzosangue sono lacrime a gogo, ma credo che l'ultima volta sia stata con "The Fire Between High and Lo" della Cherry (qui la recensione)

Quanti libri ci sono sul tuo comodino?

Siccome non ho un comodino fisico, posso dirvi che al momento ho un libro in lettura nel Kobo (che sta appoggiato sulla mensola sopra al letto) e un cartaceo che al momento è per terra di fianco al letto.
Poi, in realtà, ne ho un altro cartaceo - iniziato - sulla libreria.

Qual è il tuo snack preferito da mangiare mentre leggi?

Mah, snack non saprei, tendenzialmente sono the dipendente. Bevo tantissimi the, infusi e tisane quando leggo.
Se non fosse che devo alzarmi per scaldare l'acqua avrei sempre la tazza in mano.

Tre libri che consigli?

Domanda troppo difficile. Non posso sceglierne solo tre. Tre per genere potrei farlo, tre su tutto no. Impossibile.

Mostraci una foto del tuo scaffale preferito nella libreria

La qualità non è granché, ma ho fatto la foto ieri sera, con la luce gialla del lampadario, non il massimo. Questo è uno dei tre scaffali fantasy. Come vedete è quasi tutto Mondadori e il motivo è semplice, mi piace avere i libri dello stesso formato tutti vicini.

Quanto contano per te i libri in tre parole

Sono come l'aria.

Il mio segreto più grande sui libri

Sono una blogger, come faccio ad avere segreti riguardo ai libri? Probabilmente il mio più grande segreto è proprio essere una blogger. La maggior parte delle persone non capisce o non vuole capire questa passione. Per di più i pochi che la capiscono giudicano i generi che leggo - romance e fantasy - quindi preferisco tenermelo per me.


🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Forza, ora voglio qualche risposta anche da voi.
Confessate alla vostra Ink i vostri segreti librosi!


16 commenti:

  1. Allora....
    Le confessioni libresche le condivido totalmente (tranne la 2 perchè son pigra e non ho voglia di sistemarli).
    Il tuo scaffale preferito è favoloso solo per i funko che ci son su *_*
    Io amo mangiare la patatine ma sto molto attenta a non sporcare libro o kindle nel farlo!
    Pianto boh... piango poco non mi ricordo mica, ma con Harry si, in diversi libri.

    Del resto si sapeva che avevamo in comune un paio di cose u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stiamo scoprendo sempre più simili u.u

      Elimina
  2. Adoro i book tag con le confessioni librose :) Tra quelle che hai elencato ne condividiamo un po come quella di abbandonare i libri che non ci piacciono (io poi lo considero un bene, risparmio al libro un voto negativo eheh) o quello di bere tè o tisane mentre si legge.. io poi d'inverno senza plaid non so stare :D

    RispondiElimina
  3. Io odio l’instalove e i genitoro super assenti (cioè dai, non può essere che uno combatte la terza guerra mondiale, torna a casa “ehy tesoro è pronta la cena” così come se niente fosse”).
    Come seno felice di aver trovato qualcun altro senza comodinooooo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì anche io odio quelle cose lì, ma avevo solo tre spazi xD

      Elimina
  4. Mi piace questo tag! Anche io odio la mancanza dell'epilogo, come se mi strappassero dalla storia troppo presto. Preferisco leggere in camera e cerco di portare a termine un libro è più forte di me xD Anche io leggo le ultime righr di un libro, felice di non essere la sola! Adoro il tuo scaffale *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ♥
      Un'altra mania delle righe finali, che bello trovare qualcuno che mi capisce!

      Elimina
  5. Davvero mooolto carino questo tag *o* quasi quasi quando ho un attimo lo faccio anche io!
    Per quanto riguarda le tue risposte... sottoscrivo la terza confessione libresca :D anche io ho smesso di sentirmi in colpa... come si suol dire, la vita è troppo breve per sprecarla leggendo libri che non ci piacciono v.v
    Ti capisco anche riguardo all'essere una blogger... a me a volte capita di parlarne con persone che conosco, ma davvero in pochissimi capiscono e non giudicano tanto per il gusto di farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda ormai ci ho fatto il callo. Se non giudicano il fatto che leggo, giudicano che abbia un blog. Se non giudicano il blog, giudicano il genere che leggo. Alla fine sono poche le persone che pur non avendo questa passione capiscono senza metterci per forza del loro.

      Elimina
  6. ah la prevedibilità... che tortura libresca! Condivido ^^ ti ho nominata qui ink https://ilregnodeilibri.blogspot.it/2017/11/blogger-recognition-award.html#more

    RispondiElimina
  7. Uhh, sembra di stare un po' nel confessionale! xD
    Mi piace questo tipo di tag e questo in particolare prima o poi lo farò anche io. :)
    Una volta ero capace pure io di leggere ovunque, ma adesso ho bisogno di silenzio - quindi in generale qualsiasi luogo va bene purché non voli una mosca! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io facendo avanti e indietro sui mezzi ho imparato a isolarmi xD

      Elimina
  8. Che carino il tag confessioni ^_^
    Mi ritrovo completamente nelle tre cose che odi in un libro. Ogni riga che leggevo annuivo io e il pc perchè anche per me è la stessa cosa e poi anch'io leggo ovunque, il posto non conta perchè l'importante è leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È troppo bello trovare qualcuno che condivide il proprio pensiero!

      Elimina