mercoledì 1 marzo 2017

Seconda Tappa BlogTour Neve Come Cenere di Sara Raasch

Etichette: , , , , , , ,
Buongiorno e buon mercoledì Inkers! Beh ma è anche il primo Marzo oggi, sentite aria di Primavera? No? Siete ancora in balia dell'Inverno? Beh, sappiate che la stagione in cui vi trovate oggi è di fondamentale importanza perché oggi qui sul blog ho l'onore di ospitare la seconda tappa del blogtour di "Neve Come Cenere" di Sara Raasch edito da Mondadori (è uscito ieri direttamente in edizione economica!) e in questo libro favorire una stagione o l'altra può costare caro.
Ma prima di dare il via alla lettura di questa recensione in cui ho messo proprio il cuore, vi invito a fare un salto su L'universo dei Libri dove Claudia vi parla dell'autrice di questa piccola meraviglia!



NEVE COME CENERE
Sara Raasch

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Mondadori
Prezzo: Cartaceo 12,50€ | Ebook 6,99€
Pagine: 336
Serie: Snow Like Ashes #01
Genere: Young Adult, Fantasy

Trama: Da sedici anni i cittadini del Regno d'Inverno sono stati fatti schiavi, privati della loro magia e del loro re. L'unica speranza per il popolo di Inverno risiede negli otto fuggitivi che sono riusciti a scappare e sopravvivere fuori dai confini, in attesa che giunga il momento del riscatto. Rimasta orfana durante la sconfitta di Inverno, Meira è stata allevata da Sire e ha vissuto tutta la vita come profuga. Sogna di diventare una guerriera e far risorgere Inverno, ma il suo cuore batte anche per Mather, il suo migliore amico nonché erede al trono. Quando gli esploratori scoprono dove è nascosto il medaglione magico in grado di ridare i poteri a Inverno, Meira decide che è giunto il momento di fare sul serio. Finirà coinvolta in un gioco pericoloso forse troppo spietato per lei. E soprattutto dovrà rendersi conto che il suo destino non le è mai realmente appartenuto.


Lo aspettavo. Lo desideravo. Ero pronta a rimettere mano al mio inglese per poterlo leggere. E poi, è successo. Mondadori lo ha portato in Italia e grazie a Sara che mi ha coinvolta nel blogtour ho potuto leggerlo in anteprima e cavolo lettori, potete immaginare la gioia e l'emozione di aprire il libro e potersi muovere liberamente tra le sue pagine!

La storia vede protagonista Meira, una ragazza inverniana (del Regno di Inverno) che con i pochi superstiti del suo popolo cerca di riconquistare il proprio Regno in mano, ora, al confinante e nemico Regno di Primavera.
Della trama, purtroppo, non posso dirvi molto di più perché rischierei di fare effetto sigla di Sailor Moon e voglio proprio evitarlo.
La paura è un seme che una volta piantato non smette più di crescere.
Parliamo invece dei personaggi, gli eroi della nostra storia. Meira all'alba dei suoi sedici anni è alla disperata ricerca di se stessa, di un luogo a cui appartenere, di un ruolo da ricoprire. Attraverso i suoi occhi scopriamo il desiderio di un focolare familiare intorno al quale scaldarsi con i propri cari, incontriamo il dolce tepore del primo amore, sentiamo il dolore straziante della perdita di un amico e il solletico di un batticuore sconosciuto.
A fare da contorno alla nostra protagonista c'è un'intera schiera di personaggi co-primari e secondari molto ben caratterizzati che sono parte integrante della storia dall'inizio alla fine. Nessuno viene lasciato indietro.
Abbiamo anche un inizio di un triangolo amoroso, ma devo dire che mi è piaciuto molto come la Raash è riuscita a elaborarlo perché non c'è il solito harem con l'amore a prima vista: da una parte abbiamo Mather, l'amico d'infanzia, quello che Meira sente di dover proteggere, con cui è cresciuta e sostanzialmente l'unico contatto alla sua portata che ha avuto per tutta la vita. Dall'altro c'è Theron che combatte gli stessi demoni di Meira, la capisce pur non conoscendola e che impara a conoscerla perché sinceramente attratto dalla sua personalità per come è ora, non per quello che era prima. Le scene di triangolo sono poche e ben studiate, tant'è che per una volta non ho ancora scelto un #Team. Però sì, io propendo per Theron.
Ma il personaggio di cui sono davvero curiosa di scoprire di più è Angra, il villain. Ho millemila domande su di lui, la sua storia, il suo futuro e non posso parlarvene perché direi più di quanto consentito e non è giusto perché io ho bisogno di sfogarmi con qualcuno!
«Non vuoi qualcosa più di questo?» dico in un fiato e torno finalmente a guardarlo.
Gli occhi sono dolci, rilassati, ma in quella dolcezza la mia domanda ha portato della tensione. Apre la bocca e la risposta che ne esce somiglia così tanto ai pensieri che mi ronzano per la testa che per un istante non so se l’ho pronunciata io.
«Ogni giorno che passa.»
Comunque, la cosa davvero davvero davvero spettacolare di questo libro è il world-building. La struttura fisica di Primoria con i suoi quattro regni delle Stagioni in cui una sola stagione domina l'intero anno e influenza attitudini e aspetto fisico dei suoi abitanti, a cui si affiancano i quattro regni del Ritmo dove invece le stagioni si alternano regolarmente. Tutti gli otto regni sono caratterizzati dalla presenza della magia, ma è straordinario come la Raasch sia riuscita a differenziare tutti nel modo di utilizzarla.

E sapete cosa rende tutto ancora più bello? Lo stile. Lo stile della Raasch è pura magia perché mentre leggevo di Meira che pensava a Inverno, che viveva a Cordell, che descriveva Primavera, mi sembrava di essere lì con lei. Potevo vedere i capelli bianchi come neve degli inverniani muoversi sotto la brezza di Cordell; potevo sentire l'odore del prato appena falciato guardando negli occhi verdi dei primaveriani e inevitabilmente ho finito per chiedermi come, un regno dominato dai fiori di ciliegio, possa essere diventato il nemico di un intero continente.
Insomma, la Raasch riesce a creare un mondo che vive davvero attraverso le sue parole e la cosa migliore è che lo fa con un ritmo incalzante e un linguaggio semplice e pulito.
Il degno inizio di una trilogia che promette un grande spettacolo!
E qualunque cosa Angra avrà intenzione di fare, non mi impedirà di lavar via le ceneri del passato di questo regno e riempire le nostre vite della gelida, gloriosa pace della neve.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Allora lettori che ve ne pare?
Percepite tutto l'amore che io ho provato leggendo questo libro?
Vi giuro che non vedo l'ora di avere tra le mani il secondo perché ho troppe domande che pretendono una risposta. E poi devo scegliere un #Team, non posso restare nel mezzo!
Vi ricordo di controllare il calendario qua sotto e non perdetevi nessuna delle tappe del blogtour perché questo libro merita davvero di essere seguito e amato!




5 commenti:

  1. Per avere 5 stelle da te dev'essere davvero qualcosa di magnifico!
    *__* Sai già quanto sono curiosa e dopo le tue parole lo sono ancora di più!!! Vorrei già averlo fra le mie mani!

    RispondiElimina
  2. oh non vedo l'ora di leggerlo!!!

    RispondiElimina