lunedì 30 gennaio 2017

Recensione: Remember - Un Amore Indimenticabile di Ashley Royer

Etichette: , , , , , ,
Buongiorno Inkers, buon inizio settimana a tutti voi. Sì, a voi, non a me e sapete perché? Perché questa mattina, convintissima di avere la lezione di guida mi sono alzata presto e preparata alla velocità della luce per scoprire - mentre praticamente ero già sulla porta - che la lezione è domani.
Il weekend è stato piuttosto impegnativo, ma ora ora sono di nuovo qua per parlarvi di "Remember - Un Amore Indimenticabile" di Ashley Royer che uscirà domani per DeAgostini.


REMEMBER
UN AMORE INDIMENTICABILE
Ashley Royer

⭐⭐⭐

Editore: De Agostini
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 6,99€
Pagine: 282
Serie: Remember to Forget #01
Genere: Young Adult, Romance

Trama: Dopo la tempesta arriva sempre il sereno. Levi ne era davvero convinto. Per tutta la vita ha osservato la pioggia e rincorso gli arcobaleni, credendo ciecamente nel lieto fine. Ma un giorno le cose sono cambiate: il giorno in cui Delia, la sua ragazza, è morta in un tragico incidente d’auto. Da quel momento il temporale l’ha inghiottito, e la luce non è più tornata. Così Levi ha smesso di parlare. Furioso con il mondo intero, Levi ha deciso di non permettere a nessuno di forzare l’armatura dietro cui si è barricato. Né a sua madre che lo ha spinto a lasciarsi alle spalle il passato e l’Australia, né a suo padre che gli ha aperto le porte di casa in Maine, e nemmeno a Delilah, la ragazza che gli è apparsa come in un sogno e gli ha ricordato terribilmente Delia. Delilah in realtà è più che contenta di stargli alla larga: l’ultima cosa di cui ha bisogno è un tipo così scontroso e imprevedibile. Ma più passano i giorni, e più si rende conto che, dietro quel modo di fare insolente e sprezzante, si nasconde un’anima profondamente ferita, un cuore spezzato che deve ritrovare se stesso. E solo lei può aiutarlo.


Trovare WATTPAD scritto sulle copertine è la nuova frontiera dell'andarci coi piedi di piombo. Prima erano solo gli autori/le autrici italiani/e da cui mi proteggevo, ora devo stare attenta pure dagli stranieri che usciti dalle medie si improvvisano scrittori.
Acclamate per lo spropositato numero di visualizzazioni, alla fine è tutto qui quello che queste storie sono: un numero in fondo alla pagina. Non dico questo per senso di superiorità o per cinismo, io non sono una scrittrice e non mi reputo tale, e davvero comprendo la necessità di farsi conoscere - fosse anche tramite wattpad - ma sono dell'idea che quando esisteva la gavetta, quando il tuo scritto veniva letto per essere valutato e non solo giudicato in base ai follower, in libreria si trovassero opere di un valore superiore e meno omologati.

Entrando nello specifico di Remember è stato una lettura piacevole, mi ha accompagnata per un paio di giorni senza pesarmi e al contempo senza lasciarmi niente di essenziale.
Questa è la storia di Levi, diciassettenne traumatizzato che sceglie il silenzio per affrontare il suo dolore. Vi sa di già sentito? Sì, anche a me.
Le quasi trecento pagine che compongono il libro accompagnano il lettore lungo tutta la riabilitazione del nostro protagonista: un po' attraverso i suoi pensieri, un po' attraverso quelli di Delilah - la ragazza che lo salverà dall'autodistruzione.
Ed ecco che distruzione diventa una parola chiave: Levi più di una volta si definisce così, distrutto, eppure io questo struggimento non l'ho percepito. Cioè, il suo dolore era palese e comprensibile, ma non sono in alcun modo riuscita a entrare in empatia con lui e penso che la causa dia da ricercare della strada deformata che tutti i personaggi percorrono. Ci sono momenti in cui la caratterizzazione è eccellente e momenti in cui la caduta libera è uno stile scelto con attenzione.
Non mancano i personaggi secondari che, a poco a poco fanno, il loro ingresso senza però lasciare il segno. Nessuno di loro è memorabile, né porta qualcosa di più alla storia.

Lo stile è scorrevole, ma l'inesperienza si nota e non poco. I dialoghi sono poveri e i pensieri tendono ad essere ripetitivi alla lunga. Tutto è basato sulla gestualità e l'osservazione, cosa perfettamente comprensibile vista la mancata voce del protagonista, ma potendo in questo modo esplorare il pensiero ci si aspetta qualcosa di un po' più profondo visto che i personaggi hanno diciassette anni e non tredici.
Alla fine anche qua manca l'epilogo che però posso giustificarlo visto l'andamento generale, ma quello che davvero mi è mancato è lo squilibrio, il punto di rottura. Okay che Levi è già "rotto" dall'inizio della storia, ma manca quel qualcosa che tenga col fiato sospeso nell'attesa che gli equilibri tornino al loro posto.

In sostanza è una lettura che consiglio sicuramente ad un pubblico molto giovane, non più di quindici anni. Il modo di comportarsi di Levi e la sua evoluzione sicuramente possono essere percepiti dai più piccoli non tanto come un modello, quanto più come un'opzione alternativa nell'insicurezza del non saper cosa fare.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Allora lettori, che ne dite?
Avete questo libro in wishlist?
Io nonostante il timore iniziale non ne sono rimasta colpita, ma nemmeno delusa, sicuramente vi consiglio di dargli una chance.


14 commenti:

  1. Non mi ricordavo era una storia pubblicata su wattpad ma di solito cerco di non farci caso e basarmi sulla trama che fin da subito non mi aveva colpita. La tua recensione mi conferma solo che è una lettura da evitare sopratutto se un libro punta sull'emotività e ti lascia piuttosto indifferente. Già se mi dici che è più adatto per un pubblico adolescente ci sto più alla larga AHAHAH cioè io leggo molti YA però ci sono quelli che seppur con protagonisti giovani ti coinvolgono molto e ti lasciano qualcosa, qui vedo che non è stato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No infatti. Ha fatto un po' la fine di Flower.

      Elimina
  2. Su questo libro ho molte, moltissime riserve e dopo le tue parole credo proprio che non faccia per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mie riserve erano per l'inesperienza dell'autrice e infatti così è stato.

      Elimina
  3. Voglio morire. Due secondi fa l'ho richiesto alla DeA >.< Mi sento abbattuta dopo questa recensione, spero di riuscire ad arrivare alla fine del romanzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la farai, la lettura è molto molto fluida.

      Elimina
  4. Ciao, concordo con te che sia una lettura più adatti agli adolescenti però a me non è dispiaciuta affatto, anzi l'ho letta abbastanza in frettta e mi sono piaciuti i personaggi nonostante l'ineaperienza dell'autrice :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piaciuta anche a me, però non ha scalfito la mia convinzione che milioni di visualizzazioni non siano sinonimo di qualità.

      Elimina
  5. Quel 'Non più di 15 anni' mi preoccupa un po' perché i 15 li ho superati da un pezzo xD Però devo dire che continuo ad avere la passione per i libri per ragazzi, quindi magari potrebbe piacermi lo stesso! Non saprei, ci rifletto un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, io leggo tantissimi YA e ne apprezzo più della maggior parte, figurati che mi è piaciuto Perfect! Ma questo - per quanto carino - non mi ha toccata.

      Elimina
  6. Pensavo fosse migliore da come lo sponsorizzano. Ma non mi attira leggerlo comunque. Buono a sapersi, hai confermato le mie ipotesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io storco già il naso con la scritta Wattpad in copertina...

      Elimina
  7. Ecco un libro di cui ho sentito parlare moltissimo, ma che non mi convince del tutto.
    Non so... mi sembra ci sia una specie di barriera tra me e il romanzo.
    Mi sa che non fa proprio per me. :(

    RispondiElimina