giovedì 27 aprile 2017

Recensione: Un imprevisto chiamato Amore di Anna Premoli

Etichette: , , , , ,

Recensione


Buongiorno Inkers! Come state? Qua fa freddissimo e papà ha deciso di riaccendere, anche se poco, il riscaldamento perché davvero, avevamo una colonia di pinguini in camera ogni volta che aprivamo le finestre per far cambiare l'aria della notte.
Oggi è una giornata di grandi uscite ed è per questo che vi porto la recensione di un libro che non smetterò mai di ringraziare Newton per avermi mandato la copia in omaggio: "Un imprevisto chiamato Amore" di Anna Premoli.


UN IMPREVISTO CHIAMATO AMORE
Anna Premoli

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: Cartaceo 9,90€ | Ebook 5,99€
Pagine: 320
Serie: Autoconclusivo
Genere: Contemporary Romance

Trama: Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo...


Aprire il libro e sorridere.
Girare la prima pagina divorando le parole dalla curiosità.
Arrivare a venti pagine dall'inizio del libro ed essere piegata in due dal ridere.
Terminare il libro con la gioia nel cuore.
Ecco, questo è l'effetto che Anna Premoli fa con la sua ultima uscita (odierna) in libreria.

Sapete che ho scoperto quest'autrice da poco, ma io già la amo! Con "È solo una storia d'amore" (qua la recensione) mi aveva colpita per la sua leggerezza, per quel suo modo di coinvolgere con il cuore più che con la mente. Mentre qua... non ho nemmeno le parole per descrivere l'infinita gioia e la sensazione di poter fare qualunque cosa che lascia a lettura terminata.
«Avresti potuto dirmi semplicemente di comprarmi un e-reader», gli faccio presente mentre attendiamo che il libro mi venga recapitato.
«Avrei potuto», conviene. «Ma un nuovo lettore va impressionato. Devi essere motivata a tornare qui. Inizialmente devi associare l'esperienza della lettura a qualcosa di eccezionale».

Questo libro è un incrocio tra Grey's Anatomy e Colazione da Tiffany.
È la scoperta della lettura.
È il credere in se stessi.
È credere nel prossimo.
È voglia di cambiare e migliorare perché qualcuno crede in noi e nelle nostre possibilità.

Non vi parlerò della trama perché Jordan e Rory meritano la vostra totale ignoranza nel farsi scoprire. Sappiate solo che oltre ad essere caratterizzati benissimo, non sono i soliti personaggi stereotipati a cui siamo abituati. Il modo in cui nasce l'amore vi terrà incollati alle pagine senza farvi smettere un secondo di ridere.
Lo stile dell'autrice è qualcosa di unico, il suo modo di farti vivere le storie dei suoi personaggi come fossero ogni volta la tua stessa storia è impagabile.

Inoltre, in questo libro, la Premoli tratta con grande cura il problema della sanità in America e - che le sue idee vi piacciano o meno - è uno spaccato che dà molto su cui riflettere sia per quanto riguarda questo gigante oltreoceano, sia per quanto riguarda noi e il nostro paese.
È evidente che in un'altra vita devo aver combinato qualcosa di davvero grosso e che ora mi tocca pagare a caro prezzo i miei errori. Salvo vite per professione eppure non basta. Mi tocca anche parlare di sesso con Jordan.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Allora, che ne dite?
Vi ho convinti a leggerlo?
Sappiate che in un moto di fiducia, a Tempo di Libri, ho comprato ben altri due libri di quest'autrice e non vedo l'ora di leggerli!


10 commenti:

  1. La Premoli ha uno stile unico! Io la adoro, appena possibile voglio leggere questo romanzo. *-*

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ho apprezzato questo libro per molti motivi, in primis per il tema dell'assistenza sanitaria e poi per come la Premoli ha condotto i personaggi ad apprezzare nuove realtà =)

    RispondiElimina
  3. Ce l'ho già in lista devo solo trovare il tempo per leggerlo...

    RispondiElimina
  4. Sarà la mia prossima lettura dopo ''La rosa del califfo''.La Premoli ormai diventa sempre più una garanzia *-* Bellissima recensione!

    RispondiElimina
  5. Ciao Jess, a volte ritornano , vedi?! xD
    Mi hai messo una curiosità!!!! :)

    RispondiElimina
  6. Non ho mai letto nulla di quest'autrice, ma la tua recensione mi è piaciuta molto. Lo leggerò, ciaooo =)

    RispondiElimina
  7. Mamma mia, il tuo entusiasmo è contagioso!!
    Sono curiosa di leggerlo! ;)

    RispondiElimina
  8. non vedo l'ora di leggerlo anche io, bellissima recensione

    RispondiElimina