giovedì 9 marzo 2017

Recensione: Per gioco o per amore di R.L. Mathewson

Etichette: , , , , , ,
Buongiorno Inkers, la settimana quasi giunge al termine, come state? Qui splende un bel sole e io oggi pomeriggio continuerò ad approfittarne per portare avanti alcuni disegni a tema Alice Nel Paese delle Meraviglie che mi sono stati commissionati, mentre questa mattina vi porto la recensione del secondo volume della serie Neighbor "Per gioco o per amore" di R.L. Mathewson edito da Newton Compton.


PER GIOCO O PER AMORE
R.L. Mathewson

⭐⭐⭐

Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: Cartaceo --,--€ | Ebook 4,99€
Pagine: 247
Serie: Neighbor from Hell #02
Genere: New Adult, Romance

Trama: Zoe è abituata a badare a se stessa e da tempo ha accettato l’idea che la fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo. Così quando perde il lavoro e la sua vita inizia ad andare a rotoli, non si aspetta che le cose migliorino. E di certo non si aspetta che a venirle in aiuto sia proprio quell’idiota del suo vicino. Ma non ha più nulla da perdere, così, quando lui le offre un accordo che apparentemente porterà vantaggi a entrambi senza danneggiare nessuno, Zoe decide di fidarsi di lui e incrocia le dita. Anche se ormai dovrebbe aver imparato che dietro ogni opportunità può nascondersi uno scherzo del destino… 
Trevor Bradford ama le cose semplici; per essere felice gli bastano una vita tranquilla, del buon cibo e la donna perfetta. Di quest’ultima, in particolare, ha un’idea molto precisa: sa esattamente come deve essere. E sa anche che non assomiglia affatto alla sua sciatta vicina. Così, quando scopre con orrore che sta pensando un po’ troppo a quella insipida ragazza della porta accanto, decide che il modo migliore per togliersela dalla testa è viversela fino in fondo. Continuerà a frequentarla, ma solo finché non troverà la perfezione.


Se avete già letto il volume precedente ("Un gioco da adulti" che trovate recensito qui) e vi è piaciuto tanto quanto è piaciuto a me, ridimensionate le vostre aspettative perché per quanto carino e divertente questo secondo capitolo non è allo stesso livello del primo. Se invece non avete letto "Un gioco da adulti" non temete la lettura perché potete leggere di Trevor e Zoe e godervi la simpatia (e la sfiga xD) di questi personaggi senza nessuna necessità di leggere il primo volume perché le due storie non si parlano tra loro. Cioè, sì okay, Jason e Hailey (i protagonisti del primo) compaiono, ma appunto sono solo comparse.
Come il titolo della serie lascia intendere, anche questa storia inizia con due vicini in guerra che "casualmente" appianano le loro divergenze attraverso una sana dose di pizza.
Diciamo che una volta superato il primo capitolo che è da totale facepalm per la sfiga assurda di cui Zoe è afflitta - nemmeno Bridget Jones è così sfigata - la storia entra nel vivo facendo già ridere quando Trevor ci descrive la sua moglie ideale facendoci già immaginare che ne beccherà una diametralmente opposta ai suoi desideri.

Le scene dolci e divertenti si snodano per tutta la narrazione che risulta leggera e ti stampa in faccia un sorriso per tutte le 247 pagine di lettura.
Rispetto alla storia di Hailey e Jason quella di Zoe e Trevor è meno scoppiettante e forse ha un retrogusto di già visto, ma a modo suo è riuscita a conquistarmi lo stesso perché i personaggi sono un po' più maturi psicologicamente parlando. Anche in questo caso i personaggi sono perfettamente caratterizzati e la cosa che ho apprezzato di più è sicuramente l'evoluzione dei nostri protagonisti e in particolare di Trevor quando le sue convinzioni crollano davanti a Zoe e a come lei susciti in lui un istinto di protezione tipico delle persone innamorate anche se non se ne rende subito conto.

La Mathewson comunque riesce a coinvolgere completamente il lettore nonostante la narrazione in tera persona e io la premierei anche solo per questo perché sono in pochi quelli che ci riescono bene.
Era tanto innamorato di lei da sentirsi male e svuotato quando lei non era nei paraggi, e così incredibilmente felice quando la vedeva, da non riuscire a credere alla propria stupidità.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Cosa ne dite readers?
Io vi giuro che non vedo l'ora che la Newton ci porti gli altri volumi di questa serie perché mi sta piacendo veramente veramente tanto.


1 commento:

  1. Non conoscevo la serie, ma essendo autoconclusivi gli darò un'occhiata =)

    RispondiElimina