martedì 10 aprile 2018

Recensione: Warcross di Marie Lu


 Recensione 


Buongiorno Inkers e buon martedì, come state? Qui è un'altra giornata uggiosa e io sono entrata di nuovo in quel periodo in cui non ho voglia di fare nulla. Cioè, okay, già normalmente non sono una persona particolarmente attiva, ma questo periodo di cambio stagione sono proprio in risparmio energetico.
Comunque, oggi è una giornata speciale perché finalmente posso parlarvi di "Warcross" di Marie Lu, edito da Piemme che ringrazio infinitamente per la copia cartacea omaggio.



TRAMA:
WARCROSS
WARCROSS #1
Marie Lu

⭐⭐⭐⭐

Editore: Piemme
Prezzo: Cartaceo 18,00€ | Ebook 6,99€
Pagine: 323
Data uscita: 3 Aprile 2018
Genere: SciFi, Young Adult
La mania ha preso piede dieci anni fa, e oggi Warcross conta milioni di fan in tutto il mondo. Per alcuni rappresenta una via di fuga dalla realtà, per altri una fonte di profitto. La giovane hacker Emika Chen sbarca il lunario braccando i giocatori entrati nel giro delle scommesse illegali. Ma l'ambiente dei cacciatori di taglie, oltre a essere pericoloso, è molto competitivo. Sempre al verde, per racimolare una somma di denaro di cui ha urgentemente bisogno, Emika hackera la partita inaugurale del Campionato di Warcross e, senza volerlo, si ritrova dentro il gioco. È certa che il suo errore le costerà l'arresto, e l'ultima cosa che si aspetta è la telefonata del creatore di Warcross, l'affascinante miliardario giapponese Hideo Tanaka, con una proposta impossibile da rifiutare. Un volo per Tokyo ed Emika si ritrova catapultata nel mondo che fino a quel momento aveva solo potuto sognare. Ma presto le sue indagini sveleranno l'esistenza di un oscuro complotto le cui implicazioni vanno ben oltre i confini dell'universo di Warcross. In questo thriller fantascientifico il lettore ritroverà le atmosfere distopiche di Ready Player One e Hunger Games, in un mondo dove la più grande scommessa è scegliere di chi fidarsi.

SERIE: WARCROSS
1. Warcross
2. Wildcard


Al giorno d'oggi si parla spesso di realtà virtuale e di realtà aumentata. Si parla di videogiochi con visori e occhiali in grado di tenerci sempre connessi.
E se tutto questo fosse reale?
"Warcross" è una full immersion in questo mondo reale tanto quanto digitale. In tutti i sensi che potete dare a questa frase.
All'interno del libro, Warcross parte come un videogioco, per diventare man mano una piattaforma che si interfaccia con la realtà in qualunque sua forma. Avete mai visto Iron Man? Ecco, pensate a un Jarvis di dimensioni mondiali.

La morte ha il vizio tremendo di troncare di netto le righe che hai tirato con cautela fra il tuo presente e il tuo futuro.

Come forse sapete, nell'estate del 2015 sono stata in Giappone, e leggere questo libro ambientato a Tokyo, mi ha accesa come una lampadina. Non serve aver visitato la città per figurarsi le immagini che la Lu crea, perché hanno contorni così definiti e colori così vividi che riuscirete a immaginarla senza difficoltà. Al punto che a fine lettura vorrete acquistare il biglietto aereo.

I personaggi sono caratterizzati benissimo. Ho amato Emika, anche se forse è un po' ingenua, e ho apprezzato Tanaka nel suo complesso.
Emika si differenzia dalle solite protagoniste perché non è perfetta, non ha tutte le risposte, e soprattutto non è la migliore. È brava, sì, ma il fatto di essere la protagonista della storia non la avvantaggia in nessun modo.
L'unica cosa, circa i personaggi, che non mi è piaciuta è l'età. Emika e Tanaka hanno rispettivamente 18 e 21 anni, ma il comportamento che l'autrice fa tenere a questi personaggi, rispetta quello del suo solito target, che si aggira intorno ai 16 anni. Insomma, la differenza non è molta, però si sente.
Anche i personaggi secondari mi sono piaciuti molto, la squadra in cui viene inserita Emika - i Phoenix Riders - è composta da elementi interessanti e con personalità molto definite e spero tanto che nel prossimo volume abbiano molto spazio dedicato.
Di solito sui personaggi dico molto di più, lo so, ma nel caso di "Warcross" non si può parlare di questo argomento senza cadere nello spoiler, perciò - per saperne di più - dovete leggere il libro.

Sfruttare il corpo come batteria» dico. L’ho visto fare nei film, e adesso ce l’ho tra le mani. «Pensavo fosse fantascienza.»
«Tutto è fantascientifico finché qualcuno non lo trasforma in scienza» 

Se siete appassionati di videogiochi, anime, manga e tecnologia in generale, questo libro è pane per i vostri denti, ma se non lo siete, non temete, perché "Warcross" fa anche per voi: la Lu, infatti, è abilissima a descrivere il mondo che ha inventato e accompagna il lettore anche se non è minimamente pratico degli argomenti da cui lei stessa trae ispirazione.

Il ritmo è incalzante e tiene incollati dalla prima all'ultima pagina che finisce con un "Datemi. Il. Seguito. Ora."
Non so se resisterò fino all'uscita italiana, "Wildcard" uscirà in autunno oltreoceano e potrei fare un pensierino sulla versione inglese... chi lo sa.

Nel mondo, chiunque è collegato in qualche modo a chiunque altro.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Beh? Che ve ne pare?
Se non siete ancora convinti, perché pensate che sia un libro solo per nerd,
seguite il Review Tour perché delle sette blogger coinvolte, solo in tre siamo nerd e sapevamo a priori in cosa ci stavamo infilando, e vi assicuro che anche le mie colleghe sono rimaste entusiaste!

09/04 L'ENNESIMO BOOK BLOG
16/04 LOVING BOOKS




20 commenti:

  1. Non è solo un libro per nerd, ma noi che lo siamo (specifico... nerd, non hacker, amica!) non possiamo che amarlo! *_*
    E poi, datemi il triangolo, e nessuno si farà male. U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti dobbiamo sopperire alla cosa dell'hacker, serve una nuova voce sul CV xD

      Elimina
  2. Anch'io voglio saperne di più sugli altri della squadraaaaa

    RispondiElimina
  3. La Lu non sbaglia un colpo proprio brava ❤️ E ora voglio il secondo libro...

    RispondiElimina
  4. Terza blogger nerd a rapporto! Tutte volete il secondo libro o il triangolo, io voglio solo un appartamento a Shibuya e un paio di lenti di Tanaka-san! E giocare a Warcross con un avatar fighissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che non so se sceglierei proprio Shibuya?

      Elimina
  5. Sono sempre più curiosa di leggerlo *-*

    RispondiElimina
  6. L'ho letto da poco e l'ho amato alla follia, mi ha inchiodata alle pagine. Non vedo l'ora che esca il seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo con gli occhi puntati su Piemme xD

      Elimina
  7. Sogno questo libro la notte e ti ho detto tutto xD Recensione intrigante da matti, ho ancora più voglia di comprarlo! ahahah ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wooooo beh, compralo e leggilo che voglio sapere che ne pensi!

      Elimina
  8. Marie Lu mi piace tantissimo come autrice e "Warcross" mi incuriosisce soprattutto dopo aver letto al tua e le recensioni delle tuo colleghe nel Review Tour.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Legend non mi aveva conquistata al 100%, ma questo... *^*

      Elimina
  9. Vogliamo tutte Wildcard XD Con quel finale poi! Cattiva la Lu :(

    RispondiElimina