lunedì 19 marzo 2018

Recensione: L'ascesa dei Re di C.S. Pacat


 Recensione 


Buongiorno Inkers e buon inizio settimana, come state? Se ieri avete visto il post sulle uscite, sapete che la mia domenica non è stata proprio invidiabile.
In ogni caso, oggi è un altro giorno e sono qui per parlarvi del volume conclusivo della trilogia Captive Prince di C.S. Pacat: "L'ascesa dei re", che ho avuto l'occasione di leggere in anteprima grazie a Triskell Edizioni.



TRAMA:
L'ASCESA DEI RE
CAPTIVE PRINCE #3
C.S. Pacat

⭐⭐⭐⭐

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 5,99€ | Ebook 10,20€
Pagine: 414
Data uscita: 19 Marzo 2018
Genere: M/M, Storico
Damianos di Akielos è tornato. 
Ora che la sua identità è stata svelata, Damen deve affrontare il suo padrone, Laurent, come Damianos di Akielos, l'uomo che il principe di Vere ha giurato di uccidere. 
Sull'orlo di una battaglia epocale, il futuro dei loro due regni è in bilico. A sud, l'esercito di Castor si sta radunando, mentre a nord le forze del reggente si mobilitano per la guerra. L'unica speranza di Damen è allearsi con Laurent per sconfiggere insieme i loro usurpatori. Ma anche se la fragile fiducia che condividono resisterà alla rivelazione della vera identità di Damen, sarà sufficiente per sventare l'ultimo e più spietato piano del reggente?

SERIE: CAPTIVE PRINCE
1. Il principe prigioniero
2. La mossa del principe
2,5. Green but for a Season (inedito)
3. L'ascesa dei re
3,5. The Summer Palace (inedito)
3,7. The Adventures of Charls, the Veretian Cloth Merchant (inedito)
3,8. Pet (inedito)


E anche questa serie giunge al termine.
E sono triste.
Lo sono per davvero perché questa serie mi ha dato veramente veramente tanto e so che molte persone se la perderanno perché l'etichetta "M/M" fa paura, fa temere una storia in cui due uomini si saltano addosso e in cui non ci si ritrova perché non ci si può immedesimare.
Ma Captive Prince non è questo.
Captive Prince è una serie che vi terrà incollati alle pagine per i suoi misteri, per i suoi intrighi,  per le sue passioni, perché vi ritroverete a parteggiare per una delle parti.

Quel senso di perdita era del tutto fuori luogo, perché Laurent non era mai stato suo. L’aveva sempre saputo. Quel legame fragile che era nato tra loro non aveva mai avuto alcun diritto di esistere in quel mondo. Era sempre stato destinato a scomparire nel momento stesso in cui lui avesse riassunto la propria identità.

Dico fin da subito che non sono felicissima dell'edizione italiana, di questo libro ma anche della serie in generale. Poteva essere curata meglio sia come edizione, sia come traduzione sia come adattamento italiano. Non dico questo a cuor leggero, perché non ho letto l'edizione inglese e non posso fare paragoni, ma è proprio una questione di lettura, di percezione come lettrice di ciò che scorre sulla pagina. Ma l'importante è che questa serie sia arrivata e che, anche in Italia, ci sia la possibilità di conoscere Damen e Laurent.

«Sono geloso di Isandro.»
«Isandro è uno schiavo.»
«Anche io lo ero.» Dirlo fu doloroso.
Laurent incontrò il suo sguardo, gli occhi troppo limpidi. «Non sei mai stato uno schiavo, Damianos. Sei nato per regnare, come me.»

E veniamo proprio a loro due e a questo libro.
Visto com'era andato "La mossa del principe" (qui la recensione) mi aspettavo un libro con molta più azione rispetto a quello che c'è effettivamente. Si ha invece un ritmo più simile a quello che abbiamo già incontrato ne "Il principe prigioniero" (qui la recensione), più cadenzato, più studiato.
Ho adorato fare mille e più supposizioni con la Fede durante la lettura del libro predente e scoprire  insieme se avessimo ragione leggendo questo. La frase "Ah! Lo sapevo!" è stata gettonatissima, ma non sempre in senso positivo. Ci sono state cose in cui avrei preferito che sbagliassimo perché la sofferenza dei personaggi, a quel punto, era anche la nostra, come anche le loro gioie.

«Come puoi fidarti di me, dopo che persino tuo fratello ti ha tradito?»
«Perché lui è falso e tu sei sincero. Non ho mai conosciuto un uomo più sincero di te.» Poi, nell’immobilità, aggiunse: «Penso che se ti dessi il mio cuore, lo tratteresti con cura.»

Il rapporto tra Damen e Lauren arriva ad una svolta a questo punto perché nessuno dei due deve più nascondersi. Si svelano altarini e omissioni ed entrambi possono confrontarsi da pari.
Non credete che sia tutto in discesa però, i due dovranno tirare fuori ben più di qualche scheletro dall'armadio e la tensione sarà palpabile.
Per quanto riguarda il villain, il Reggente ormai gioca a carte scoperte e l'odio che provo per lui non ha fatto che salire a dismisura. Penso di aver odiato così tanto pochissimi personaggi, forse nessuno alla stessa maniera.
Ammetto di aver provato una punta di delusione nel ruolo che hanno avuto altri personaggi, ma non mi sbilancio per non farvi spoiler.

Non mancano le scene che strappano un sorriso, come anche quelle che vi faranno battere il cuore e quelle che vi faranno venire voglia di entrare nel libro e uccidere qualcuno.
Vi direi di una scena che ha fatto a me questo effetto, ma ovviamente non posso.
E niente, ora non mi resta che aspettare le novelle e preparare il carrello di Amazon per acquistare compulsivamente i cartacei sia in italiano che in inglese.

«Sono contento che tu sia qui,» aggiunse Laurent. «Ho sempre pensato che avrei dovuto affrontare mio zio da solo.»
Girò il viso verso di lui e i loro sguardi si incontrarono. «Non sei solo,» disse Damen.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Siamo alla terza - e ultima - recensione, possibile che non vi ho ancora convinti?
Dai, ditemi cosa ne pensate!

4 commenti:

  1. Una cosa apprezzabilissima di questi libri -a differenza di altri- è che mancano le dichiarazioni di misure precise, c'è solo una vaga idea ecco!
    Cose stupide a parte -lo so che appena leggi i miei commenti scoppi a ridere- è stata una bellissima lettura condivisa, con le congetture e le ipotesi in chat! E i cuoricini, i cuoricini!!! <3 <3 <3
    Amiamo D e L!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti cuoricini per la Fede ♥♥♥♥♥♥♥

      Elimina
  2. Ho letto tutte le tue recensioni su questa serie, anche se ancora non ho letto nessun libro e devo dire che mi hai molto incuriosita. Ogni volta che arrivavo alla fine di un post, avrei voluto avere più informazioni. Ecco perchè ho inserito la trilogia in lista e spero mi catturi come ha fatto con te!

    RispondiElimina