venerdì 18 agosto 2017

Recensione: Stanotte con Te di Joya Ryan

Etichette: , , , , ,

Recensione 


Buongiorno Inkers, come state? Agosto è iniziato, io sono al mare e sono esattamente a metà vacanza. Il tempo vola e la cosa non mi piace *sigh*
Oggi vi parlo del primo libro di una trilogia che ho letto all'inizio dell'anno. È stata la mia prima esperienza ufficiale (intendo dall'apertura del blog) con gli Harmony e devo dire che non è andata male.
La recensione di oggi è per Stanotte con Te di Joya Ryan edito da Harmony.


STANOTTE CON TE
Joya Ryan

⭐⭐⭐

Editore: Harmony
Prezzo: Cartaceo --,--€ | Ebook 4,99€
Pagine: 232
Serie: Reign #1 di 3
Genere: Erotic Romance

Trama: La sicurezza che Jack Powell emana è pari solo alla sua virilità. Un'aurea di mistero che gli deriva da anni di segreti taciuti e ricordi che preferirebbe dimenticare. Lana Case ha un'innocenza che lo attira come un'ape al miele e, per questo, vuole assaggiarla almeno una volta. Lei è come una luce che rischiara il suo mondo fatto di tenebre e oltretutto sembra aver bisogno del suo aiuto per arginare la famiglia. L'unica regola? È lui a dettare le regole.
Lana ha deciso di lasciarsi coinvolgere completamente da Jack, lasciandogli il completo controllo di tutto, sebbene sia più che decisa a non svelargli il segreto che nasconde. Inaspettatamente, però, il passato di Lana li raggiunge e lei si ritrova catapultata di nuovo all'età di tredici anni. Ha paura per quello che sta avvenendo attorno a lei e per le emozioni che prova, ma ha più che mai bisogno di qualcuno a cui affidare il suo cuore, e Jack è proprio lì a un soffio da lei.
Quando, però, lui decide di partire portandosi l'anima di Lana con sé, lei sa che dovrà trovare un'altra ancora a cui aggrapparsi se non vuole annegare.


Ho iniziato questo libro per caso, ero in viaggio e non avevo voglia di portarmi dietro i cartacei che avevo in corso, così ho aperto questo che non so bene né come né perché era sul Kobo.
E niente, ho iniziato a leggerlo e non volevo più metterlo giù.

Ora, diciamo le cose come stanno: non è un libro particolarmente brillante né innovativo, la protagonista è, oltre che decisamente pesante, un po' tanto non credibile. Una che viene stuprata a tredici anni dal fratellastro non ne esce psicologicamente indenne, con solo la paura verso il suo aguzzino e una scarsa (non nulla) capacità di socializzare.

«Da un punto di vista prettamente statistico, sarebbe più saggio scommettere su una cosa sicura» dichiarai, guardando Angel, tornata dietro il bancone. Poi tornai a fissare Jack. «Perché a me non interessa perdere nessun gioco.»
Per un attimo sul suo volto colsi rispetto e un'espressione cupa. «E io che pensavo di rischiare di perdere me stesso.»

Jack ha una bella storia alle spalle, è un peccato che non venga approfondita a dovere. In lui ho trovato una certa ridondanza di Christian Grey, ma con il tasto premuto su avanti veloce. Di lui sappiamo poco e niente, non sappiamo come diventa amministratore delegato, ma la verità è che non ti sale nemmeno la voglia di saperne di più.
Cosa che invece succede con Cal perché si sa che i pompieri hanno molto più fascino degli uomini in giacca e cravatta.

La storia procede in modo abbastanza spedito e in poco tempo si arriva alle dichiarazioni d'amore, ma che volete farci, scorre talmente bene che ce ne si accorge solo alla fine.

Sì, la trama è banale e già vista e i personaggi - per quanto con un solido background - non brillano per caratterizzazione, ma quando un libro riesce a tenermi compagnia quelle tre ore, facendomi dimenticare tutto ciò che mi circonda, compreso il tempo che scorre, per me è da promuovere.

«Che effetto ti faccio?» Mi guardò perplesso, e chiarii. «Tu mi rendi nervosa. E io, che effetto ti faccio?»
«Sono incantato.»

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Dunque, dunque, che ve ne pare?
Certo, non è un capolavoro, ma tiene compagnia.


2 commenti:

  1. non lo conosco ma ogni tanto un harmony mi piace da leggere. Soprattutto in vacanza ma non solo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono il tipo di libro ideale per staccare la spina, vacanza o meno!

      Elimina