venerdì 26 maggio 2017

Recensione: Fracture di Barbara Bolzan

Etichette: , , , , , ,

Recensione


Buon pomeriggio Inkers, come va? Avete pranzato? Questa mattina io sono andata da Kathay, un negozio di prodotti etnici - principalmente orientali - a fare un po' di spesa in vista della partenza per il mare dei miei. Dovete sapere che ho scoperto da poco che mi piace cucinare, ma solo per me stessa perché sono il tipo di persona a cui piace provare ricette nuove (no, per carità, non invento!), ma con i miei a casa è quasi impossibile perché non sono granché aperti ai sapori che non conoscono. Così approfitterò di questi dieci giorni per sbizzarrirmi.

Come vi avevo già preannunciato mercoledì nel WWW, oggi vi parlo di un libro che mi ha particolarmente stregata, ovvero "Fracture" di Barbara Bolzan edito da Delrai Edizioni.


FRACTURE
Barbara Bolzan

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Delrai Edizioni
Prezzo: Cartaceo Elaborato 16,50€ | Cartaceo Semplice 9,92€ | Ebook 2,99€
Pagine: 216
Serie: Rya Series #01 di 4
Genere: Storico, Ucronico, Fantasy

Trama: Fino a quel momento, non interessavo a nessuno, non contavo granché. Improvvisamente, poi, sono diventata un bene inestimabile, la pedina da muovere con oculatezza sulla scacchiera. Tutto poteva accadere, per me. Il futuro mi si presentava roseo. E roseo è stato veramente. Fino a una certa notte. 

All’inizio di tutto, c’è un uomo. C’è sempre un uomo: Nemi. Lui che è il capo di un villaggio in lotta contro l’impero, lui che la salva mentre è ferita sulla riva di un fiume. Rya si risveglia a Mejixana e impara a vivere una nuova realtà, così diversa da quella a cui è abituata. La gente sembra accoglierla con benevolenza, mentre lei nasconde un segreto che potrebbe mettere tutti in grave pericolo, compreso il ribelle che la tratta in maniera sprezzante e non si fida della nuova arrivata. Tra loro c’è una lotta in corso di muti rimproveri e niente è davvero come sembra: la frattura tra presente e passato rischia di confondere i sentimenti della giovane.
La storia di una ragazza che combatte per diventare donna e conquistare il diritto di poter amare in un romanzo che vi terrà incollati alle pagine per il susseguirsi dei colpi di scena con cui l’autrice riesce a pennellare il carattere dei suoi personaggi. Benvenuti nel mondo di Temarin, benvenuti nel cuore di Rya.


Prima di iniziare a leggere questo libro non potete non soffermarvi su quella meraviglia che è la copertina. Osservatela bene, memorizzatela, assorbitela e solo poi iniziate a leggere. Vi assicuro che non ve ne pentirete.
Ribelli. Così venivano chiamati gli abitanti del luogo. Circolavano delle voci sul loro conto, naturalmente. Ciò che non si conosce, dopotutto, incute sempre timore.

La storia di Rya parte in sordina, con un ritmo strano, mi ci è voluta qualche pagina per capire che le parti in corsivo erano dei pensieri, quasi dei commenti, della stessa voce narrante, ma posti in uno spazio/tempo diversi da quelli in cui si svolgono le vicende che effettivamente stanno accadendo. Sì, è stato un po' strano come primo approccio, ma una volta capito il funzionamento di questi intermezzi, ammetto che la lettura ne ha giovato molto.
Parola dopo parola, pagina dopo pagina, vi troverete immersi nella vita di Mejixana, circondati dalla sua foresta, e non vorrete più andare via.
Nemi, invece, era vero, reale, vivo – almeno per il momento – . Mi aveva salvato dalle acque del fiume e mi aveva regalato un mondo nuovo, un cielo nel quale attaccare le mie stelle, se mai ne avevo qualcuna; mi aveva mostrato un orizzonte sconosciuto che avrebbe dovuto spaventarmi e che invece accettavo per quello che era.
Non volevo più tornare indietro

Il modo di scrivere di Barbara è molto particolare e non in senso negativo. Quest'autrice è in grado di descrivere ambienti e sensazioni molto dettagliatamente ma senza risultare in alcun modo pesante. Crea dialoghi credibili e personaggi dalle personalità complesse, fedeli al loro ruolo senza però rinunciare ad una crescita personale che si sviluppa a poco a poco lungo tutta la storia.
La cosa sicuramente particolare è che questi personaggi, in particolare i protagonisti, non sono i canonici lui e lei a cui siamo abituati. Noi leggiamo di bad boy salvati dalla purezza acqua e sapone della bella di turno. Leggiamo di ricconi che vedono una donna e le rubano il cuore al primo scambio di sguardi. Qui no. Qui abbiamo una ragazza che si pensa abbia tutto, ma che l'unica cosa che le manca e desidera più di ogni altra cosa è la libertà di scegliere per se stessa. Qui abbiamo un uomo che sembra spezzato in due e che allo stesso tempo pare integro e senza scalfitture.
Non vi viene voglia di saperne di più? Di scoprire quali segreti nascondono?
Con uno stile dai tratti poetici veniamo trasportati nel fulcro attivo della storia e fin da subito si comincia, inevitabilmente, a porsi delle domande, a fare ipotesi e a cercare le risposte nelle pagine, tra le righe, con una frenesia che ti spinge letteralmente fino all'ultima pagina per saperne di più, per capire, per scoprire la verità.
Ridevo di lei perché non capivo. Perché il mio guaio era di non essere mai stata innamorata. Perché ancora non avevo conosciuto [...].
Ora era il mio turno. Ora avrei fatto e sacrificato qualunque cosa per [...].

Pur non essendo propriamente un fantasy (è ambientato in un modo alternativo - quindi sì, inventato - ma temporalmente è tipo il nostro Medioevo), questo primo volume non manca di quella sensazione di introduzione. Come ogni primo capitolo deve spiegarci il mondo in cui ci stiamo immergendo e lo fa senza mai annoiare, prendendoti per mano e conducendoti passo per passo nel mondo - e nel viaggio - di Rya.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Dite, vi ho convinti?
Ammetto che ho scoperto Barbara da poco come autrice,
ma è stato un piacere leggerla e soprattutto conoscerla a Tempo di Libri.
Ora ho tra le mani Sacrifice e vi assicuro che sarà la mia prossima lettura.
Prima di lasciarvi, però, voglio sprecare due parole sulle edizioni che trovate di questo romanzo.
La versione ebook è semplice, copertina e testo, niente di più niente di meno. Vale i suoi 2,99€
Ma se guardate bene, vedrete che ci sono due edizioni per il cartaceo su Amazon.
Una è catalogata come "Copertina rigida", l'altra come "Copertina flessibile".
In realtà entrambe sono copertine flessibili, ma la differenza sostanziale è l'interno.
Mentre quello "Copertina flessibile" è niente più che l'ebook stampato, l'edizione "Copertina rigida" ha all'interno un lavoro grafico impagabile, che davvero vale l'acquisto e merita un posto in libreria.
Vi lascio qualche foto per farvi capire di cosa parlo:



8 commenti:

  1. Ciao cara, sono curiosa di sapere quali ricette sperimenterai!
    Su Fracture non posso che darti ragione: l'ho acquistato a TdL e appena l'ho finito mi sono sentita frastornata perché mi sembrava di essere fisicamente di ritorno dalla terra di Rya! Sacrifice devo acquistarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai che magari riusciamo a leggerlo in contemporanea!

      Elimina
  2. La cover è davvero splendida, se ne vedono poche di copertine italiane così. Per non parlare delle immagini da te inserite della versione elaborata. La trama mi piace e sono curiosa di leggere il tuo parere sui romanzi successivi, ma già mi piace! *.* Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo mi aspetta in libreria, ma so per certo che gli ultimi due usciranno entro Gennaio 2018 e avranno delle copertine altrettanto belle!

      Elimina
  3. Ero molto curiosa di leggere la tua recensione a questo libro e, be', hai confermato le aspettative. Il libro mi intriga - e non poco - e mi piace moltissimo il fatto che lo stile e la narrazione siano inusuali. Sono molto curiosa di leggerlo, quindi grazie per la segnalazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio che sia il tuo genere, lo apprezzerai tantissimo secondo me!

      Elimina
  4. ma io questo libro non lo conoscevo proprio e ora invece voglio assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te ne pentirai, Barbara scrive benissimo!

      Elimina